mercoledì 8 febbraio 2012

imparare nuove tecniche


Una delle cose più divertenti da fare qui dove viviamo, è andare al mercato alla mia baracca preferita di capulane, e comprare vari tagli, che hanno già una dimensione prefissata in quanto sono usate per coprire i vestiti in strada, come gonne in casa, per portare i bambini, per confezionare vestiti.  Io ed Ale le usiamo per mille altre cose ed è curioso per me vedere lui che è maschio, che si litiga con me le mie capulane, perchè le deve usare come mare e terra (come qui in alto), fuochi per la sua cucina di cartone, tovaglietta, spiaggia.....

Per ora questo in alto è il mio angolo creativo, con le stoffe e i libri, mentre sotto ci sono i cesti africani con i lavori in corso, la lana cardata, le lane che mi sono fatta arrivare.  Un libro che mi sta stimolando ultimamente e che sto studiando per usarlo appena avrò raccolto tutto il materiale, è The Pratical Guide to Patchwork, di E. Hartman.  Interessante la casa editrice, perchè se esplorate questo link, potrete anche veder tutti gli altri libri meravigliosi che stampano.... sto seriamente pensando che il mio prossimo lavoro deve essere per una casa editrice che stampa libri che mi piacciono, o per Amazon o un altro grande venditore di libri, non so se l'ho già scritto.......



Questo libro mi piace particolarmente perchè spiega in maniera semplice e pratica, come fare coperte patchwork.  Io sto meditando di usare le mie stoffe africane per fare una bella coperta, anche se mi manca una stoffa in tinta unita per fare un pò di stacco fra le varie sezioni.... insomma, studio per poi avere già la tecnica in testa al momento di operare.  Vi ho messo le foto di alcune pagine per dare un esempio del testo, perchè non tutti i libri che parlano di arti manuali, sono poi effettivamente in grado di insegnare come si fa qualcosa.  Io penso che se non avessi imparato a cucire guardando mia nonna e mia mamma, starei facendo la stessa fatica che faccio con i ferri al momento di tessere a maglia. 
 Un grande abbraccio.

22 commenti:

  1. Quelle stoffe sono meravigliose *-*
    mi piace il tuo angolo creativo :) ho visitato il link che hai postato e quei libri sono davvero interessanti e sopratutto utili. Danno un sacco di belle idee ispiranti ^-^ ci farò un pensiero :)
    Buona serata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao cara, non ti dico io quanti pensieri sto facendo su quei libri...è l'unica cosa su cui non ho freni di saggezza, l'acquisto di libri. Intanto mi sto studiando gli annunci di ricerca personale su Amazon....

      Elimina
  2. Che belli i quilt, sono una vera arte. Ho visto mostre e collezioni, sono davvero eccezionali. E con le stoffe africane ti verrà una meraviglia. Buon lavoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma ti mmagini svegliarti la mattina in mezzo ai colori dei quilts nella foto del libro ?? sto cercando una stoffa in tinta unita, ma sto anche pensando che il quilt deve essere piccolo, tipo per Ale, perchè cucire tutti i pezzi a mano, ci metto 100anni....

      Elimina
  3. tieni da parte la stoffa poi li cuci a macchina in Perù ;che premura c'è .....calma,calma.ciao mio,bacino

    RispondiElimina
  4. .....e dopo AMAZON qual è la futura avventura?

    RispondiElimina
  5. E' effettivamente un libro bellissimo... ma vogliamo parlare delle tue stoffe? STUPENDE!!!
    Penso che il problema più grande quando si vuole iniziare un progetto di quilting non è tanto nel farlo.. quanto nel risparmiare per acquistare la stoffa.. che siamo sinceri.. costa sempre decisamente troppo!!!
    Oh cara... che bella tutta questa tua energia... arriva fino a qui.. e ricarica.. e regala tanta voglia di fare e creare...
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, hai ragione, quelle meravigliose stoffe per patchwork costano molto !! per questo io sto meditando di usare le stoffe africane, che anche in Italia costano poco, se nn sbaglio, e di usare solo una stoffa in tinta unita come riempitivo fra i vari pannelli, così come nei modelli del libro.

      Elimina
  6. Questo libro è assolutamente da comprare!! Mi fa piacere che anche tu aggiorni il blog più spesso, è un piacere leggerti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi fa piacere che questo libro ti piaccia

      Elimina
  7. Già questo libro sembra proprio ben fatto, se dovessi comprarne uno, penserei a questo! Fare il quilt è una cosa che mi pare irragiungibile, un po' complicata, molto precisa, pero' sono bellissimi, alcuni sono delle opere d'arte, e sono sicura che con le tue stoffe verrà bellissimo e molto originale.. Buon lavoro! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, il libro è proprio chiaro, e visto che la prima cosa che consiglia è la precisione, aspetterò di tornare in Perù per comprarmi la tavola verde da taglio, le squadre e la rotella. Mi farò un bel pacco di stoffe da cucire in terra latina...

      Elimina
  8. qui un pensierino per te!http://ilvecchioeilmare-bnb.blogspot.com/2012/02/un-premio-per-noi-versatil-blogger.html

    baci
    busshin

    RispondiElimina
  9. che belle queste stoffe, peccato che io non abbia nessuna manualità per ora...speriamo mi venga in futuro :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sai, io sono stata per 5 anni senza fare più nulla, prima che nascesse Alejandro.... dipende, anche cucinare alla fine penso sia un'arte manuale, no ?

      Elimina
    2. eheh sì, ma io rimpiango molto il fatto di non aver imparato l'arte del cucito da mia mamma che è sarta!

      Elimina
  10. Che invidia, quelle stoffe sono stupende!!
    Impossibile trovarle on line vero?
    Baci a voi e alla anche un pò nostra Africa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. on line non le ho cercate, ma ne avevo viste alcune da Rosa Pomar. Se vuoi, ma solo per te perchè non so ancora come mi organizzerà con il peso della valigia al mio ritorno in Italia a Novembre, te ne porto qualcuna, dimmi solo i colori predominanti che vorresti.

      Elimina
  11. ......spero tu (qui sopra)voglia dire al "nostro" ritorno in Italia....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mamma, io ora torno da sola, poi verremo con lupetto, come avevamo detto, viaggiando dal Perù.

      Elimina

che stai pensando ?