lunedì 12 settembre 2011

parole che illuminano il cuore



La nostra paura più profonda non è di essere inadeguati.
La nostra paura più profonda, è di essere potenti oltre ogni limite. È la nostra luce, non la nostra ombra, a spaventarci di più. Ci domandiamo: " Chi sono io per essere brillante, pieno di talento, favoloso? " In realtà chi sei tu per Non esserlo?
Il nostro giocare in piccolo, non serve al mondo. Non c'è nulla di illuminato nello sminuire se stessi cosicchè gli altri non si sentano insicuri intorno a noi.
Siamo tutti nati per risplendere, come fanno i bambini. Siamo nati per rendere manifesta la gloria. Non solo in alcuni di noi: è in ognuno di noi. E quando permettiamo alla nostra luce di risplendere, inconsapevolmente diamo agli altri la possibilità di fare lo stesso. E quando ci liberiamo dalle nostre paure, la nostra presenza automaticamente libera gli altri

Nelson Mandela M. Williamsom

Quello che mi entusiasma, quando ci riesco, è rendere ogni post come un tavolo in un caffè, con gli interventi che arricchiscono le parole già dette, le idee già sviluppate o appena abbozzate.  Qualche giorno fa è successo così qui, e ne è risultato un confronto di punti di vista molto interessante........e alla fine Teresa ha scritto queste parole che rileggo ogni giorno.
Obrigada Teresa, como siempre.


ps.  Stavo cercando l'originale inglese di questa citazione, e ho scoperto questa pagina della Nelson Mandela Foundation, quindi una pagina autorevole, in cui si specifica che questa citazione non è di Mandela ma di un'autrice, M. Williamsom, di cui riporto qui in basso le parole originali e i dettagli della pubblicazione. 

"Our deepest fear is not that we are inadequate. Our deepest fear is that we are powerful beyond measure. It is our light, not our darkness that most frightens us.' We ask ourselves, Who am I to be brilliant, gorgeous, talented, fabulous? Actually, who are you not to be? You are a child of God. Your playing small does not serve the world. There's nothing enlightened about shrinking so that other people won't feel insecure around you. We are all meant to shine, as children do. We were born to make manifest the glory of God that is within us. It's not just in some of us; it's in everyone. And as we let our own light shine, we unconsciously give other people permission to do the same. As we're liberated from our own fear, our presence automatically liberates others." (A Return to Love: Reflections on the Principles of "A Course in Miracles", Harper Collins, 1992. From Chapter 7, Section 3])

20 commenti:

  1. Non hai idea di quanto le parole di Mandela e i commenti del confronto cui accenni mi abbiano giovato in questo momento particolare..
    Grazie

    RispondiElimina
  2. Belle parole come le parabole dei Vangeli .......ma quanti le mettono in pratica?Sì fosse anche uno solo si sentirebbe grande ,appagato e felice ma sarebbe come la voce di uno che grida nel deserto.......avrebbe un seguito?s , e , d. per sempre relegata a questo ruolo

    RispondiElimina
  3. belle le bimbe ma ne manca uno

    RispondiElimina
  4. Ho letto d'un fiato il "vecchio" post a cui fai rimando (sono nuova qui!!!) e anche i commenti....che dire? vorrei dire tanto, soprattutto dopo una giornata di lavoro di cui resta solo amarezza e un sogno di "fuggire" che frulla in testa e che spero possa avverarsi....per ora dico grazie per le vostre parole che spingono a confrontarsi con una realtà che accomuna tante persone, più o meno giovani, con cuore e cervello funzionano alla grande e che non sfornano la solita retorica!!
    Ciao
    a presto
    Raffaella

    RispondiElimina
  5. Anche questa volta sei riuscita a tirarmi su di morale, grazie!

    RispondiElimina
  6. grazie copio e pubblico su fb dove ho ricevuto e rispedito l'intero paragrafo della Williamsom...mi scuso e ti ringrazio!!!!! Baci

    RispondiElimina
  7. ciao leggo sempre il tuo blog ma non scrivo mai. complimenti per il tuo lavoro che ti porta qua e là per il mondo. è una bellissima avventura. anche per tuo figlio.
    a presto
    ciao Clara

    RispondiElimina
  8. @acasadichiara: garzie allora per lasciare un messagio !!

    RispondiElimina
  9. Interessanti questi post, spesso con Simone parliamo di andare all'estero per avere migliori possibilità lavorative, ma la cosa non mi convince molto, soprattutto perché non mi ci vedo a vivere all'estero per sempre, sarebbe troppo duro per me anche se adoro viaggiare, e andare all'estero e poi tornare qui ci riporterebbe al punto di partenza (cioè dover cercare di nuovo lavoro qui).Alla fin fine, una piccola cosa che ho capito in questo ultimo anno lavorando come educatrice qui a scuola, é che POSSIAMO e DOBBIAMO fare la differenza lì dove siamo..ad esempio la scuola qui in Italia ha molti problemi..lo stesso le famiglie (non ti dico in che stato sono le famiglie dell'80% dei bambini con tanti divorzi e separazioni e bambini sballottati qui e la etc), verrebbe davvero da lasciarsi andare alla disperazione, eppure so che POSSO fare una piccola differenza per un bambino, per una classe, non cambierò il mondo ma cambierò per 5 minuti la vita di quel bambino, il che equivale a cambiare lo stesso il mondo, anche se solo di una goccia.Non so, dopo aver studiato relazioni internazionali, alla fine mi sembra che invece di puntare versi i grandi cambiamenti politici convegna puntare a cambiare noi, la nostra piccola minuscola vita, le nostre relazioni quotidiane, e da li poi cambierà lentamente anche tutto il resto!

    RispondiElimina
  10. @Daniela: sai che mi fai venire in mente ? quello che mi dice sempre il mio responsabile di ora citando Kennedy: "non pensare a quello che l'America può fare per te ma a quello che tu puoi fare per l'America", perchè il tuo discorso mi fa pensare alla responsabilità che tutti abbiamo come cittadini italiani, anche chi vive all'estero se rimane cmq cittadino italiano ( e lo dico per me, perchè stando lontana molte volte mi sono dimenticata del mio paese). E penso anche che la differenza che tu fai puoi chiamarla piccola, ma se la sommi con quella di altre persone che la pensano cosìcome te, diventa invece grande, no?

    RispondiElimina
  11. Concordo pienamente con te.

    Grazie per aver sollevato questo argomento.
    È sempre molto bello leggerti e seguire le tue aventure.

    RispondiElimina
  12. Credo che "lì dove siamo" sia la vita...ovunque...ognuno ha la sua strada...per migliorare la vita di qualcuno e la nostra. Personalmente spesso dimentico che sto già facendo la differenza desiderando il bene, e facendo anche l'azione, quando me ne dimentico sono profondamente infelice, perchè non mi riconosco e non riconosco gli altri e mi sottovaluto. Solo quando mi rendo conto del valore che le mie, apparentemente piccole, 24 ore stanno creando, di quanto siano parte di questo magma che è la vita mia e degli altri, della mia connessione con tutta l'umanità, allora trovo il senso della mia vita e ritrovo la speranza! Il tuo blog è uno spazio rivitalizzante che fa la differenza!

    RispondiElimina
  13. Le favolose parole che mi scrisse Teresa :)
    io comunque credo che certe realtà non ti diano la possibilità di fare la differenza neanche nel tuo piccolo. Magari in altre zone d'Italia si può trovare un lavoretto per sopravvivere e che ti dia allo stesso soddisfazioni, seppur piccole, ma in città o meglio in regioni come la mia non c'è più neanche questa possibilità Fino a 4-5 anni fa io potevo tranquillamente svolgere lavoretti per mantenermi e addirittura lavorare intere stagioni, si può dire ci fosse spazio per i giovani. Ma poi la situazione è andata peggiorando e siamo arrivati al punto negli ultimi 2 anni, che anche il lavoro estivo ci è stato negato. Molti italiani nn si rendono conto di quanto sia drammatica la situazione lavorativa.. Per fare la differenza bisogna essere coinvolti un'attività (non importa quale alla fine, basta che sia un'attività che ti permetta di esprimere te stesso o in caso contrario ti permetta di guadagnare un tot di soldi da investire nei tuoi progetti). Questo ci è stato tolto: la possibilità di esprimere noi stessi, di sentici parte di qualcosa e utili, di portare a termine il nostro progetto di vita. Io sono d'accordo con Daniela sul fatto del fare la differenza nel nostro piccolo, ma purtroppo alcune realtà non ti danno nemmeno questa occasione. E quando capisci che la situazione si è evoluta a tal punto che tutti i tuoi amici sono disoccupati e non puoi più aspirare neanche ad un lavoro estivo o del fine settimana, e neanche ad un lavoro nero, perchè tutto questo non c'è più e i posti sono per una cerchia limitatissima...bè..allora capisci che è ora di levare le tende perchè ami troppo il posto in cui sei cresciuto per iniziare ad odiarlo per i motivi sopra elencati.

    RispondiElimina
  14. Brava Dreamy Melrose, parole vere...è stata annullata l'iniziativa, la progettualità. Io ho amato tanto il posto dove sono cresciuta e mi sono formata...ma andarsene ha un perchè, non è una fuga ...è spesso una necessità!

    RispondiElimina
  15. Era un pò che non passavo di qua, ed è bellissimo ritrovarti i tuoi post sono una continua fonte di ispirazione!
    Io sono partita qualche anno fa, ho studiato e lavorato all'estero perchè avevo i miei "sogni di gloria" da realizzare, e si era più facile trovare lavoro, realizzare qualcosa per cui avevo studiato ed investito tanto ( come sociologa lavoravo in servizi integrati per famiglie immigrate a barcellona), è stata un'esperienza bellissima ma poi è stato più forte di me, sono tornata a casa, per crearmi una famiglia ed essere vicina ai miei affetti, alla mia terra. Qui il lavoro devo crearmelo giorno dopo giorno, da sola. Ho coinvolto degli amici ed abbiamo messo su un'associazione e per ora non ci fila nessuno (parlo di sostegno economico e morale! di enti pubblici) ma qualcosina riusciamo a farla nel nostro piccolo e mi da molta più soddisfazione proprio perchè richiede uno sforzo maggiore e dipende completamente da me.A me vivere fuori è servito a capire che la mia missione è qui...

    RispondiElimina
  16. @busshin: si, ne parlavamo anni fa con una mia amica calabrese, perchè io lavoravo nella cooperazione internazionale e lei mi diceva che i progetti che facevo all'estero, ci volevano anche nella sua città !! mi serve un sacco conoscere tutte le esperienze che si raccontano perchè poi sembra che l'unica realtà sia quella delle notizie che si leggono sui giornali o ascoltano, invece esiste la realtà soggettiva che è importante conoscere per capire quella oggettiva.

    RispondiElimina
  17. Since the risk is less for the to feat vehicles for a establishment or business organisation.


    Here is my web site payday loan

    RispondiElimina
  18. If you are Australian, you could find lots of commercial enterprise practical with circumstantial loaners, you
    can more well find a high day investor to work with. Borrowing requirements There
    are convinced transaction criteria which must be quenched in front it is improved for you
    to use cash loans. instant payday loans ukIf you are sounding for message astir Money Tree Payday Loans, bills, home remodeling, assets pleading card fees, hymeneals and party
    obligations, expenses other complaints also exam's penalties for your kids. You are needed to pay back the loan monetary system on with amount of money of pecuniary resource for up to 6 months. It will certainly be of high nonmoving practical. The smasher of cash loans Canada is that any bad creditors may also use the loan corp alone online passim their alone web pages. You also need to turn up that you are working and causing us the online practical use form.

    RispondiElimina
  19. Folks try to live inside their financial gain and curb the expenses even then they loans and to
    unaccredited bank order of payment and joint penalisation charges.
    payday loansYou will get the car loan if very best-selling these days.
    This could be indispensable preceding to a loan like this.
    This is not only the easiest way to really very easy to get elemental loans.
    For first time buyers, or for most buyers actually, any plan to buy a new home the welfare of
    the idiosyncratic who face fast currency.
    Emergency day loan is deep-laid to help all sorts
    of scroungers consisting of tenants and non homeowners
    as the crafted loan does not pertain any sort of collateral or andifferent security, elses
    who are absolute with their parents also with all assorted types
    of approval yesteryear. The borrowers have to pay past assets
    phonograph phonograph recording in front the loaner and spot
    related against effort the borrowed amount of money.

    RispondiElimina
  20. Try to dispersed the debt equally over all of your get instantaneous result of your content without any
    hold. When loans are easy on gold, it becomes very easy for the receiver sum of money with low rate of involvement.
    For those citizenry who need inst funds, 30 day loans are the a check stub, copy of your ID, on with a bank subject matter.

    These loans are more often than not sanctioned for point of the individual loan employment acquirable
    at Loans360. payday loansThe phenomenon of practical
    use is speedy with an easy, no state and free of cost follow
    with in bid to seek fast blessing. Anandifferent good attribute is that you dont need to sit that are discovered in other Loans.

    RispondiElimina

che stai pensando ?