sabato 7 marzo 2009

cosa ho di bello da raccontarvi

Eccomi qui di nuovo con un pó di energia, recuperata grazie a nuove idee e progetti che mi stanno dando lo slancio necessario dopo qualche giorno un pó giú, e grazie a nuovi incontri che ho fatto con persone vicine e lontane.
Allora, nel frattempo ora non ho 1 ma 2 lavori, per cui sono molto fuori casa e non riesco a preparare piú nulla di concreto, a parte la colazione al mattino visto che in casa nostra, la sveglia é alle 6 grazie a un simpatico omino che mi desta puntuale mattina dopo mattina, senza bisogno di sveglie o accessori simili. Beh, poi piú nulla di concreto é un pó estrema come espressione: ora vado sempre in giro con la mia pallottola di lana peruviana tinta con colori vegetali nella Sierra, con cui voglio fare un gilet per quest'inverno per Ale; naturalmente non ho mai fatto nulla del genere, vediamo che ne viene fuori.

A proposito di colazione, questo "pastone" l'ho fatto stamattina alla fioca luce delle 6.30 am: si lasciano i fiocchi di cereali (si trovano nei negozi biologici o si fanno con la fioccatrice in casa) a bagno tutta la notte; io uso l'avena che trovo qui; quindi si scolano in un colino e l'acqua che si separa non si butta perché é un ottimo latte; i cereali scolati si mescolano con la propria fantasia: io oggi ho usato la noce brasiliana fresca che ho preparato macinata in quantitá e ho chiuso in frigo in un barattolo di vetro, ananas e banane fresche, uva passa e yogurth di capra.
Invece qui sotto sono gli ultimi prodotti che ho acquisito sabato al mercato biologico di Miraflores: una barra d'argilla fatta a forma di sapone, per maschere al viso, il dentifricio in polvere con salvia e menta, e il sapone alla calendula con olio essenziale di lavanda. Tutte produzioni locali, perché dal mio punto di vista, e non solo mio per la veritá, é importante nella vita quotidiana, fare scelte che cerchino di minimizzare i trasporti e ridurre la scala da globale a locale.
E' stato bello sabato: al mattino siamo usciti presto per andare al mercato biologico, abbiamo fatto qualche acquisto, curiosato e chiesto un botto di informazioni e poi io e Ale (ancora da soli, eeppsss, ma questa é un'altra storia...), ce ne siamo andati al parco lí vicino dove abbiamo incontrato un sacco di gente conosciuta e di amici miei, tutto per caso; alla fine dalle 9 che ero uscita di casa, sono tornata alle 14:30, con Ale che si era addormentato nelle mie braccia in combi, dopo aver giocato per ore, libero, mangiando quello che c'era nelle borse mie e delle mie amiche, senza preoccuparsi di orari e con la mamma contenta perché era stata a conversare per ore di temi interessanti e stimolanti con gli amici incontrati per caso, senza appuntamenti.
Spero di ritornare presto a ritmi piú tranquilli, ma questa vita me la sono scelta io, periodi piú o meno brevi di attivitá intensa di lavoro fuori e periodi piú lunghi di tranquillitá a casa, vivendo di quello che si é guadagnato, mi sembra un buon compromesso per ora, quindi sono solo contenta di star ritrovando la mia energia e di ritornare a scrivere in queste pagine per regalarvene un pó.
Ringrazio anche Ester per il suo post letto oggi, sulla coscienza, che mi ha fatto riflettere di nuovo sull'importanza di questa parola, e di Eniko, per il suo bel post sull'orto e i bambini, perché mi ha ritirato furoi l'idea delle aiuole sul grande balcone di questa casa dove stiamo ora, che é affittata, mentre stiamo cercando il nostro rifugio stabile, peró le aiuole si possono trasferire quindi vale la pena di farle subito, no ?
ps. lascio anche il link da cui ho ripreso la ricetta per il Naan (pane allo yogurth indiano), che mi aveva chiesto Isafragola, se non mi ricordo male...

4 commenti:

  1. mia nonna il"pastone "(non come il tuo .....ma siamo li'.....)lo preparava per le galline .D 'altra parte sempre chioccia e pulcino siete!bacino Estrellita bacino Pulcinotto.

    RispondiElimina
  2. Ciao,
    grazie per l'energia che ci hai regalato anche in questo tuo post!
    Sarei davvero molto curiosa di assaggiare gli ingradienti di cui ci racconti sempre.
    Sono anche interessata alle dinamiche del lavoro altrui, e di cosa sta dietro a quello che appare semplice solo perchè è un servizio o un prodotto completo, mi piace scoprire il retro.

    RispondiElimina
  3. Ciao estrellita, il pupotto si è addormentato ed eccomi qui. Che bello questo post, quanti colori sei riuscita a infilarci! Sono molto invidiosa del tuo gomitolone di lana e il dentifricio in polvere. Stavo cercando qualcosa del genere per evitare quelli industriali, magari prima o poi lo trovo in rete e me lo faccio. Mentre stavo aspettando il tupilotto ho fatto una copertina a maglia con una lana multicolore scelta perchè mi ricordava i colori dei tessuti peruviani! Grazie del link del naan, appena riesco provo!

    RispondiElimina
  4. Che bello venirti a trovare e leggerti... Tu parli e racconti della tua vita ed io rimango a bocca aperta ad ascoltarti... E' bello il tuo mondo.. E' bello il modo in cui lo vivi...
    Ti auguro tanti sabato luminosi come quello appena passato... belli pieni di gioia e di vita!
    :-)

    RispondiElimina

che stai pensando ?